Guest Blogging benefits and advantages

Cos’è un guest post? Come si scrive e come si pubblica? Cerchiamo di fare chiarezza perché, ad oggi, quella che è la pratica del guest posting può portare con sé dei risultati notevoli per quel che concerne la propria reputazione online.

Prima di entrare nel dettaglio, definiamo cos’è un guest post. Si tratta, nello specifico, di un post redatto per essere pubblicato su un blog. Quest’ultimo è un altrui spazio che è pronto a ospitare questa tipologia di post. Quindi, ricapitolando, un blogger sceglie di offrire a un altro un contenuto originale e lo fa in cambio di qualcosa, naturalmente: un backlink. Nel testo, infatti, solitamente compare un link al sito di chi redige l’articolo. A cosa serve tutto questo?

Analizziamo nel dettaglio tutti i benefici del backliking e del guest posting in generale. A conti fatti si tratta di un valido strumento SEO. In che senso?

Guest posting e SEO

Se si vuole approfondire la relazione che c’è tra guest posting e ottimizzazione per i motori di ricerca, si deve notare che qui siamo nel campo della SEO off-page, ossia quella che si fa al di fuori per proprio sito. Il fine ultimo è quello di ottimizzare il posizionamento, tramite un aumento della link popularity e questo accade solo inserendo un link al proprio blog in un post pubblicato su un altrui spazio.

Quindi, solitamente il percorso che si fa è questo: il blog 1 vuole aumentare la sua popolarità online e migliorare la sua reputazione. Per questo sceglie un blog 2, affine con l’argomento del contenuto e più noto e con un pubblico più vasto, per la pubblicazione di un contenuto. Quindi, dopo aver redatto un post unico e originale, lo propone al blog 2 che, in teoria, dovrebbe accettare di pubblicarlo, così da avere un bel contenuto a sua disposizione senza aver fatto nulla. Non sempre, però, tutto ciò avviene gratuitamente e questo è utile sottolinearlo. Molto spesso, infatti, i blogger che gestiscono siti web su cui accettano la pubblicazione di guest post decidono di farsi pagare, perché mettono a servizio degli altri uno spazio ben più noto, da cui trarre alcuni vantaggi.

Quali? Eccoli nel dettaglio.

Innanzitutto, se il guest post viene pubblicato su un sito popolare, l’autore dello stesso, grazie al link verso il proprio blog, guadagna una visibilità che sarebbe difficile da ottenere altrimenti. Si tratta di un punto molto importante, perché è uno degli obiettivi che il guest posting si pone. Si parla anche di un aumento di link popularity, dato che il backlink, se ben pensato e ben posizionato, ha sempre la sua valenza. Va da sé che è sempre importante scegliere un sito autorevole, dato che in questo modo si traggono dei vantaggi, anche indiretti.

Caratteristiche di un guest post

Un buon guest post deve avere delle specifiche caratteristiche semantiche. Molto spesso si tratta di un contenuto di approfondimento che, quindi, ha un taglio ben definito. In questo modo, il link verso il proprio sito è ben visto: viene citato come fonte per approfondire ulteriormente un dato argomento.

Si deve, però, fare attenzione sempre e comunque alla qualità del post in questione: se si crea un contenuto sciatto e scritto male, Google tende a non apprezzarlo affatto. Non sono visti di buon occhio i post scadenti, messi lì solo per mera pubblicità.

Pertanto, prima di accettare di pubblicare un guest post o prima di proporlo, si deve sempre fare molta attenzione a tutti questi dettagli!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *