Come aumentare i follower su Instagram ed avere un profilo di successo

Instagram è, con i suoi 600 milioni di utenti, uno strumento, capace di attirare un bacino di potenziali clienti praticamente illimitato. Solamente nell’ultimo anno, la crescita è stata di 100 milioni di utenti, praticamente il 20% del totale. Numeri incredibili, che puoi sfruttare, per lanciare un progetto di business vincente.

La chiave sta nell’avere un profilo di successo, che sia in grado di generare attenzione e sia credibile agli occhi degli utenti che lo visitano.

Per costruirlo, oltre a produrre contenuti di grande valore e a saper comunicare efficacemente tramite foto e video, devi essere in grado di aumentare i follower, che seguono il tuo profilo.

Quali sono le strategie per aumentare i follower su Instagram, e riuscire ad avere un profilo di successo?

Prepara un profilo professionale ed accattivante

Il primo punto a cui devi prestare grande attenzione è la preparazione del profilo.

La prima impressione è semplicemente decisiva e, in un contesto ipercompetitivo come quello di Instagram, devi riuscire ad emergere e a caratterizzare la tua offerta, creando un brand fortemente riconoscibile, e che sappia comunicare chiaramente ciò che offri

creare-profilo-instagram

Prendiamo spunto da un mio progetto sulla crescita personale, che ha raggiunto quasi 15.000 followers in circa 3 mesi.

SEO errori da evitare

SEO: 5 errori da non fare per posizionarsi su Google

Quello della SEO è un universo sempre più in crescita, che richiede continui studi e aggiornamenti al fine di non perdere mai di vista evoluzioni e cambiamenti.  

L’ottimizzazione per i motori di ricerca permette di ottenere una visibilità maggiore che, a sua volta, aumenta le possibilità di vendita e di interazione. Gli strumenti sono numerosi e si modificano e aggiornano continuamente. Si tratta quindi di un mondo senza dubbio complesso, ma necessario per chi desidera emergere con la propria attività e i propri contenuti sul Web.  

Per evitare errori dovuti a mancanza di esperienza, è sempre consigliato rivolgersi a professionisti del settore. SEO specializzati nel Web Marketing sapranno dove mettere le mani. Un’agenzia SEO vede al suo interno molteplici figure professionali che, pur svolgendo compiti diversi, lavorano per un obiettivo comune. 

Un lavoro in ottica SEO necessita di una strategia ben calibrata e ad hoc per il sito web in questione. Se la strategia non rispecchia i bisogni e le peculiarità dell’azienda da far emergere, il lavoro risulterà approssimativo e spesso inutile e potrà addirittura danneggiare il sito. 

Quali sono i 5 errori da evitare in una strategia SEO? 

  1. Appropriarsi di contenuti altrui (o crearne di bassa qualità).
    I contenuti devono sempre essere originali, interessanti e di qualità.
Guest Blogging benefits and advantages

Guest posting e SEO, come farlo al meglio

Cos’è un guest post? Come si scrive e come si pubblica? Cerchiamo di fare chiarezza perché, ad oggi, quella che è la pratica del guest posting può portare con sé dei risultati notevoli per quel che concerne la propria reputazione online.

Prima di entrare nel dettaglio, definiamo cos’è un guest post. Si tratta, nello specifico, di un post redatto per essere pubblicato su un blog. Quest’ultimo è un altrui spazio che è pronto a ospitare questa tipologia di post. Quindi, ricapitolando, un blogger sceglie di offrire a un altro un contenuto originale e lo fa in cambio di qualcosa, naturalmente: un backlink. Nel testo, infatti, solitamente compare un link al sito di chi redige l’articolo. A cosa serve tutto questo?

Analizziamo nel dettaglio tutti i benefici del backliking e del guest posting in generale. A conti fatti si tratta di un valido strumento SEO. In che senso?

Guest posting e SEO

Se si vuole approfondire la relazione che c’è tra guest posting e ottimizzazione per i motori di ricerca, si deve notare che qui siamo nel campo della SEO off-page, ossia quella che si fa al di fuori per proprio sito. Il fine ultimo è quello di ottimizzare il posizionamento, tramite un aumento della link popularity e questo accade solo inserendo un link al proprio blog in un post pubblicato su un altrui spazio.

Cosa da sapere prima di aprire un ecommerce

Cosa da sapere prima di aprire un ecommerce

Prima di aprire un ecommerce è molto importante tenere in considerazione le principali differenze tra un negozio fisico e uno store online: in molti casi, infatti, non è detto che avere successo offline, e cioè con un punto vendita tradizionale, sia sufficiente per avere la certezza di fare affari e ottenere nuovi clienti anche con un portale di commercio elettronico.

Ciò dipende, tra l’altro, dalle diverse modalità di vendita, e quindi di acquisto da parte degli utenti.

L’esperienza di shopping di un utente di un ecommerce in molti casi è rapida e immediata, effettuata nei ritagli di tempo: si può acquistare un vestito direttamente dallo smartphone mentre si torna a casa dal lavoro in treno, per esempio.

In un negozio, invece, ci si prende molto più tempo, non si ha fretta e ci si ferma a guardare una grande varietà di prodotti, anche se non si è effettivamente interessati.

Non bisogna commettere lo sbaglio di pensare che un negozio online possa essere progettato e messo a punto in quattro e quattr’otto: c’è bisogno, invece, di un piano ben strutturato e di obiettivi definiti con la massima cura e con estrema attenzione.

Il business plan è normale per i negozi offline, mentre viene trascurato quando si parla di ecommerce: si ha la sensazione – errata – che sia molto più semplice configurare uno store sul web, e così si finisce per non dedicare la necessaria cautela allo studio del marketing e all’analisi dei competitor.

Infografica animata: ecco perché piace

Infografica animata: ecco perché piace

L’infografica animata è una strada sempre più battuta da parte di aziende, e-commerce e società che vogliono lanciare un messaggio sul web. 

Cos’è l’infografica animata? 

video di infografica animata, conosciuti anche come Motion Graphic Video o Video Explainer, sono facilmente condivisibili sui social ed inviano messaggi chiari e diretti al pubblico. Si tratta di un video esplicativo che dura 2-3 minuti, restando ben impresso nella memoria di chi lo guarda.

I video di infografica utilizzano effettivi animati, che catturano l’interesse dello spettatore. Gli effetti utilizzati possono essere illustrazioni in stile cartoon 2D, diagrammi, mappe, schemi, ecc. Lo spettatore è incuriosito e divertito dal video, così il messaggio inviato sarà recepito maggiormente.

Come funziona l’infografica animata? 

Il video contiene un messaggio, che può essere trasmesso tramite un testo o effetti grafici animati.

Il video talvolta è accompagnato da uno speaker professionista, che illustra ancora meglio le finalità di un servizio, di un prodotto o di un’azienda. I sistemi tradizionali sembrano ormai obsoleti e noiosi, mentre i video di infografica animata sono il mezzo di comunicazione del futuro per ogni business. 

Perché i video di infografica animata funzionano? 

Perché sono brevi, chiari e diretti. Il video va dritto al punto senza fronzoli, presentando in pochi minuti il problema, la soluzione e la “call to action“.

Consulenza Seo: 3 cose che devi tenere a mente per scegliere la tua agenzia

Avete ben chiaro in mente come scegliere la migliore consulenza SEO per la tua azienda?

Ecco quali sono le tre cose da tenere a mente.

Le aziende, in questi ultimi anni, puntano molto sull’aspetto on line del business, che è sempre più competitivo.

Abbiamo bisogno di diventare, in poco tempo e molto intelligentemente, visibili al maggior numero di occhi possibili.

Ci sono una serie di ricerche mondiali che dicono che l’ottimizzazione per una buona consulenza SEO non è un’opzione per un’azienda ma deve essere un obbligo. Le aziende vengono cercate via motori di ricerca, quindi queste parole chiave e questa strategia aziendale deve essere pensata bene.

Soprattutto le aziende giovani, quelle che hanno siti che sono nati da poco, devono capire in fretta come scegliere la migliore agenzia per loro e per lo sviluppo dei loro siti in maniera più rapida ma altrettanto intelligente.

Lo sappiamo benissimo, lo abbiamo capito negli anni, come sia facile scegliere un’agenzia sbagliata che ragiona sull’andare velocemente in alto con mezzucci non tanto legali.

E questa opzione poi risulta sempre sbagliata, anche perché se i mezzi non sono intelligenti e legali si rischia di chiudere il sito grazie agli strumenti analisi presenti sul web.…

10 trucchi per scegliere l'agenzia seo per il tuo sito

10 trucchi per scegliere l’agenzia seo per il tuo sito

Hai mai pensato di affidarti a un’agenzia SEO per il tuo sito?

Anche se pensi di essere molto preparato sull’argomento non per forza le tue conoscenze possono aiutarti a livello professionale.

Avere una conoscenza approfondita SEO è giusta e sufficiente in alcuni casi. Se stai facendo del tuo meglio per ottenere un buon posizionamento del tuo sito web puoi anche non riuscire a darti le risposte che ti servono perché non le hai.

Proprio per questo un’agenzia SEO può permettere al tuo sito di ottimizzare tutti gli elementi. E questa cosa andrebbe fatta regolarmente, è un processo continuo che include una grande quantità di tempo e di impegno. Per questo è meglio affidarsi a un’agenzia che fa questo lavoro sul sito web.

10 trucchi per scegliere l’agenzia SEO che fa per te

Ci sono molte aziende SEO oggi come Innovando.it, quindi ecco 10 trucchi che devi tenere a mente quando selezioni i servizi SEO:

1. Valutazione del sito

Un’agenzia SEO affidabile dovrebbe fornirti un’analisi approfondita del sito, sia come struttura del ranking che per il design. Proprio grazie a questo lavoro l’agenzia SEO deve essere in grado di consigliare e di risolvere tutti i problemi relativi a prestazioni, contenuti e problemi di layout che potrebbero ostacolare la lettura o l’indicizzazione della pagine.…

Diventare Copywriter professionista e 7 modi di trovare lavoro

Diventare Copywriter professionista e 7 modi di trovare lavoro

Hai mai pensato di diventare copywriting professionista?

Ci sono almeno 7 servizi che puoi offrire e per cui puoi essere pagato in maniera più che convincente!

Il copywriting è un mondo a molti sconosciuto ma anche piuttosto remunerativo se si ragiona sul farlo diventare un vero e proprio lavoro.

Vediamo quali sono questi sette servizi che possono essere più che importanti per migliorare nella professione.

7 servizi per diventare copywriter professionista

1. Solo copywriter

Il mio consiglio è quello di lavorare solo sulla scrittura, non pensare di fare tante cose insieme come design o grafica o progetto intero. L’importante, per un copywriter professionista, è avere una grossa capacità di scrivere di ogni argomento possibile e in un tempo determinato, anche scrivere più cose simultaneamente.

Capisco che la velocità sia sempre un’arma a doppio taglio ma ogni copywriter sa benissimo che può ricevere un messaggio in cui quel testo va scritto per il giorno dopo o istantaneamente, quindi diventa una priorità. Ci vuole spirito di adattamento e pensare e scrivere molto velocemente.

2. Copywriter per il marketing

Se devi scrivere di marketing devi essere uno stratega. Devi lavorare per il lancio di un prodotto o di un servizio e bisogna avere un minimo di conoscenza nel settore.…

Come fare Link Building al tempo di Penguin

Quanto ne sapete di link building ai tempi di Penguin?

Certamente non abbastanza, questo è quello che mi ripeto tutte le volte che cerco di capirne di più ma i tempi sono veloci e bisogna sempre stare al passo con i tempi.

Proprio per questo dobbiamo essere sempre informati e sapere che il link building è di vitale importanza.

Dobbiamo, però, mettere in conto che tutti i link che create devono essere giusti, altrimenti potrebbero esserci più danni che benefici al tuo sito. Se non sai come fare, è meglio che ti affidi ad aziende come innovando.it che sanno esattamente come procedere.

Che cos’è il link building?

Il link building si chiama anche backlink o backlinking.

Il termine si riferisce allo sviluppo di una strategia in base alla quale si creano collegamenti su altri siti che puntano al tuo di sito.

I collegamenti possono essere piazzati in altri siti Web o blog o possono essere aggiunti a directory o forum.

I back-link possono, oltretutto, essere banner pubblicitari o link inclusi nelle newsletter online.

Allo stesso modo, possono essere degli anchor test incorporati negli articoli che noi stessi scriviamo.

Perché il link building è importante?

Ci sono due ragioni per cui è importante:

  • Il modo in cui le persone trovano cose sul web è tramite link che puntano al sito che a loro interessa.
Come guadagnare utilizzando AdWords

Come guadagnare davvero utilizzando AdWords

Come guadagnare con Google Adwords?

Questa breve guida sarà in grado di darvi tutte le risposte che cercate per generare interesse e vendite su Internet.

Che cos’è Google Adwords?

Quando Google ha lanciato il programma AdWords c’è stata una rivoluzione nel marketing su Internet.

Un programma che genera il 97% dell’intera quota di entrate di Google in tutto il mondo, rendiamoci conto di questo.

AdWords, in poche parole, è un programma di pubblicità e marketing che qualsiasi azienda o individuo può utilizzare per promuovere il proprio sito o qualsiasi prodotto che sta vendendo su Internet.

Questo programma utilizza due piattaforme di base per creare il marketing più efficace disponibile:

  • pubblicità pay-per-click
  • pubblicità mirata al posizionamento.

Per partecipare al network marketing con questo programma devi, però, prima registrarti con AdWords.

In altre parole c’è bisogno di un account Google, cosa che praticamente tutti abbiamo.

E, soprattutto, AdWords è gratis. Eventualmente puoi affidarti ad aziende che cureranno per conto tuo l’account in questione come innovando.it.

Come funziona il network marketing con AdWords

Esistono tre motivi fondamentali per cui qualcuno utilizza Google AdWords:

• promuovere prodotti che sono già all’interno di una promozione marketing
• promuovere i propri prodotti o la propria attività commerciale
• testare le potenziali nuove idee.…