sales funell lead instagram

Come creare un sales funnel per lead generati con Instagram

Con oltre 400 milioni di utenti attivi, Instagram rappresenta la piattaforma social più apprezzata al mondo.

Milioni di utenti, ogni giorno, scorrono la propria home, lasciando cuori, commentando e ripostando immagini di tutti i tipi. Grazie alla popolarità del social network, Instagram può rappresentare un modo eccellente per guadagnare audience da parte di qualunque brand e fare del sano engagement.

Cos’è un sales funnel?

Il sales funnel, o imbuto di vendita, è una sorta di imbuto concettuale, che consente di individuare il potenziale cliente, conducendolo ad acquistare e a dare fiducia al proprio brand.

È un procedimento molto articolato che segue fasi differenti e che, grazie a uno strumento particolarmente alla moda come Instagram, può essere sviluppato in maniera ottimale per trovare nuovi clienti e aumentare le proprie vendite.

Per determinare il proprio sales funnel, occorre:

1. Considerare l’Awareness; il cliente ideale e potenziale effettua una ricerca che l’oggetto che sta cercando, sia esso materiale o concettuale.

2. Considerare la Consideration: il cliente sa dare un nome al proprio problema e valuta il brand che propone la migliore soluzione per risolverlo;

3. Considerare la Decision: l’utente sceglie l’opzione migliore al proprio problema e decide a chi affidarsi.…

6 tipi di messaggi inviare prospetti generati tramite AdWords

6 tipi di messaggi da inviare ai prospetti generati tramite AdWords

Quali risultati stai ottenendo dai prospetti generati tramite AdWords?

Quando promuovi una campagna Pay Per Clic su AdWords, ed investi denaro per acquisire prospetti, e quindi potenziali clienti, devi creare una strategia di messaggi da inviare per email, che ti consenta di convertire quei prospetti in clienti reali.

Hai a disposizione diversi tipi di messaggi da inviare ai prospetti ed ognuno di essi è calibrato sugli obiettivi che vuoi raggiungere. Che essi possano essere vendere direttamente, oppure iniziare a creare un rapporto forte con il tuo brand, che ti permetterà di vendere in un secondo momento.

Se hai impostato una campagna AdWords, l’email marketing è uno strumento di fondamentale importanza per questi 3 motivi:

  1. ottimizzare tempo ed energie per la preparazione delle comunicazioni da inviare al prospetto
  2. aumentare il tasso di apertura e di clic delle mail
  3. generare un aumento del tasso di conversione dei prospetti in clienti

Vediamo insieme 6 tipi di messaggi che puoi inviare tramite email ai prospetti generati con la tua campagna AdWords.

1. Email di benvenuto

L’email di benvenuto è fondamentale nel contesto della tua strategia di email marketing.

Per 2 motivi:

  1. Aiuta il prospetto a familiarizzare con il tuo brand e con il tuo modo di comunicare
  2. Ti assicura che le tue prossime email non finiranno in spam, in quanto costringe il destinatario ad interagire con te e quindi a superare i filtri antispam delle caselle mail

L’email di benvenuto, di solito, viene inviata automaticamente, nel momento in cui il prospetto si assicura il lead magnet che gli hai riservato oppure quando si registra gratuitamente al tuo sito.

fare email marketing generano risultati

10 modi di fare email marketing che generano risultati

Fare email marketing ed ottenere risultati grandiosi è possibile!

Come inserire l’email marketing in una strategia di vendita, in modo coerente rispetto a strumenti come la telefonata e l’invio di messaggi privati su Linkedin?

La risposta è che, nel contesto della tua strategia, questo strumento può prendere il posto, o meglio affiancare, la cosiddetta “telefonata a freddo”.

Si tratta infatti di inviare “email a freddo” ai tuoi contatti, in maniera tale da suscitare il loro interesse nei confronti di ciò che starai per offrire loro.

Combinare telefonate ed email marketing a freddo è il modo migliore per ottenere risultati soddisfacenti ed aumentare il tasso di conversione dei tuoi prospetti.

Se sei interessato a conoscere come sia possibile inviare email che generano risultati, continua a leggere l’articolo per scoprire 10 possibili modi di fare email marketing.

Email “introduttiva”

Questo tipo di email non ha un obiettivo di vendita, ma piuttosto di presentare sè stessi e la propria azienda al contatto, in modo tale da iniziare a costruire una relazione.

Una delle regole più importanti della vendita è quella di creare relazioni durature con i clienti, che vadano al di là di un semplice rapporto, che si concluda con una vendita spot.

ottenere backlink migliorare posizionamento sito gratuitamente

Come ottenere backlink per migliorare il posizionamento del tuo sito gratuitamente

Ottenere backlink per migliorare il posizionamento del tuo sito è possibile e, in questo articolo, ti spiegherò come fare, grazie ad un procedimento molto semplice da mettere in atto.

Partiamo da un presupposto: non tutti, sul web, si comportano in maniera limpida, e spesso i contenuti che scrivi vengono copiati ed incollati, al fine di creare altri contenuti.

Nonostante Google non premi questi tipo di comportamenti, capita frequentemente di vedere articoli praticamente identici, anche su siti differenti.

Come si può ottenere un vantaggio, allora, chi è che ha copiato?

Devi sapere che, ogni volta che qualcuno ci copia un contenuto, abbiamo la possibilità di ottenere un backlink gratuitamente.

Migliorare il posizionamento del tuo sito grazie a 33Across

Lo strumento che imparerai ad utilizzare, dopo aver letto questo articolo, per migliorare il posizionamento del tuo sito è 33Across.

In sostanza, ogni volta che qualcuno prova a copiare una parte del tuo articolo, 33Across inserisce un backlink, che invita l’utente a continuare la lettura sul tuo sito.

Se provo a copiare qualche riga, da uno dei miei articoli, su questo articolo, il risultato sarà questo:

Puoi avere articoli che generano già molto traffico, che sono ben posizionati su determinate keyword e che sono amati dai tuoi lettori.

Come ottenere backlink da Wikipedia

Ottenere backlink di qualità è uno dei compiti più importanti, ed una delle maggiori preoccupazioni, di chiunque si occupi di SEO e sia impegnato a generare traffico organico per il proprio progetto.

Tra le fonti più autorevoli da cui ottenere backlink c’è sicuramente Wikipedia.

Ottenere backlink da Wikipedia ha 2 vantaggi:

  1. è un sito autorevole e le persone che stanno approfondendo un determinato argomento saranno probabilmente interessate a visitare il sito a cui è indirizzato il link
  2. puoi utilizzare questa tecnica per qualunque argomento tu stia trattando, in quanto Wikipedia è un sito su cui puoi trovare informazione di ogni tipo

Come cercare opportunità per ottenere backlink

Esistono, principalmente, 3 possibili opportunità per ottenere backlink da Wikipedia.

Dead Link

Innanzitutto, puoi utilizzare la tecnica dei Dead Link. Sono dei link morti, ovvero dei link che non sono più attivi. Se clicchi sopra di essi, non finisci su alcuna pagina.

Li trovi nella sezione “Note”, in fondo alla pagina.

Dato che Wikipedia ha centinaia di migliaia di backlink, è praticamente impossibile, per Wikipedia, monitorarli tutti. Ciò che devi fare è cliccare su di essi, scoprire quali sono ed inserire una soluzione alternativa con il tuo contenuto.

Noi lo abbiamo fatto per il nostro sito Vailo.it

cosa sono dead link

Broken Link

La tecnica dei broken link consiste nel verificare quali link danno origine ad un errore 404.

come aumentare traffico organico sito web

Come aumentare il traffico organico sul proprio sito web in modo semplice e veloce

In questo articolo ti spiego come aumentare il traffico organico del tuo sito web tramite l’ottimizzazione di contenuti…che non sapevi ti avrebbero potuto portare tutto questo traffico!

Puoi avere articoli che generano già molto traffico, che sono ben posizionati su determinate keyword e che sono amati dai tuoi lettori. Da alcuni di essi, sicuramente, puoi ottenere ancora più traffico e lo puoi fare tramite i metodi che sto per presentarti.

Cose che imparerai dopo aver letto questo articolo:

  1. Utilizzare Google Search Console per trovare keyword da ottimizzare
  2. Individuare opportunità di ottimizzazione tramite Google Keyword Planner
  3. Misurare i risultati tramite Google Analytics

Utilizzare Google Search Console per trovare keyword da ottimizzare per il proprio sito web

Il punto di partenza è la configurazione di Google Search Console, che è il primo passo che ti consente di imparare a trovare le keyword da ottimizzare per aumentare il traffico.

Successivamente, dalla Home, accedi ai dati del tuo sito e clicca su “Analisi delle ricerche”

google search console analisi ricerca

In questo modo sarai in grado di conoscere i dati relativi alle keyword tramite le quali arriva il traffico sul tuo sito, tutte le pagine, i Paesi, il tipo di device utilizzato (pc, smartphone o tablet) ed il tipo di ricerca effettuata (web, immagini o video).

Come fare marketing online e creare un progetto di successo

E’ possibile costruirsi un reddito con un progetto sul web?

Se ti stai ponendo questa domanda, sappi che la risposta è sì e in questo articolo ti mostrerò quali sono alcuni strumenti di marketing online per riuscire a creare un progetto di successo su Internet.

Non ti assicuro che diventerai famoso come Marco Montemagno o che riuscirai a costruire un business milionario come Chiara Ferragni, ma più realisticamente, ti garantisco che tirare su uno stipendio di qualche migliaia di euro al mese, è assolutamente possibile.

I vantaggi del marketing online

Un aspetto favoloso del marketing online è quello di poter lavorare da casa. Niente capi, niente pressioni, niente colleghi rancorosi o antipatici.

I vantaggi nella realizzazione di un progetto di marketing online sono almeno 4:

  1. lavoro da casa
  2. totale autonomia nell’organizzazione del lavoro
  3. assenza di gerarchia verticale (capi, supervisori, megadirettori)
  4. possibilità far diventare i propri interessi e le proprie passioni un lavoro

Proprio quest’ultimo punto, se ci pensi, è qualcosa di straordinario. Quanti di noi, nell’era pre-digitale, potevano pensare di poter guadagnare soldi raccontando i propri viaggi, fotografando cibo o registrandosi mentre giocano ai videogame?

Detta così, sembra anche fin troppo facile. Compro un dominio, costruisco un blog, apro un canale Youtube ed inizio a monetizzare.

Come aumentare i follower su Instagram ed avere un profilo di successo

Instagram è, con i suoi 600 milioni di utenti, uno strumento, capace di attirare un bacino di potenziali clienti praticamente illimitato. Solamente nell’ultimo anno, la crescita è stata di 100 milioni di utenti, praticamente il 20% del totale. Numeri incredibili, che puoi sfruttare, per lanciare un progetto di business vincente.

La chiave sta nell’avere un profilo di successo, che sia in grado di generare attenzione e sia credibile agli occhi degli utenti che lo visitano.

Per costruirlo, oltre a produrre contenuti di grande valore e a saper comunicare efficacemente tramite foto e video, devi essere in grado di aumentare i follower, che seguono il tuo profilo.

Quali sono le strategie per aumentare i follower su Instagram, e riuscire ad avere un profilo di successo?

Prepara un profilo professionale ed accattivante

Il primo punto a cui devi prestare grande attenzione è la preparazione del profilo.

La prima impressione è semplicemente decisiva e, in un contesto ipercompetitivo come quello di Instagram, devi riuscire ad emergere e a caratterizzare la tua offerta, creando un brand fortemente riconoscibile, e che sappia comunicare chiaramente ciò che offri

creare-profilo-instagram

Prendiamo spunto da un mio progetto sulla crescita personale, che ha raggiunto quasi 15.000 followers in circa 3 mesi.

innovazione-startup-raffaele-gaito

Innovazione e Startup: la situazione italiana – Intervista a Raffaele Gaito

Raffaele Gaito è growth hacker e startup mentor. Ovvero uno di quei professionisti capace di velocizzare il processo di digitalizzazione, e di crescita, di un sistema economico. Crescita, per un Paese come l’Italia, significa capacità di saper innovare e mettere in atto quel processo di distruzione creatrice, già ampiamente documentato dagli economisti statunitensi degli anni ’90, e che finalmente, anche nel nostro Paese, sta iniziando a mettere radici.

La startup è il veicolo attraverso il quale l’innovazione acquista concretezza e uno dei pochi strumenti, se non l’unico, che può permettere alle aziende italiane di ritrovare competitività e credibilità, al di fuori dei confini nazionali.

Raffaele, sono contento di poter ospitare una figura come la tua, qui su Matico. Ti dò il benvenuto 🙂

DOMANDA: Startup è un termine del quale è stato fatto un uso, ed un abuso, quasi insopportabile negli ultimi anni. Soprattutto, a livello di mass media, “fondare una startup” è diventato uno slogan demagogico, che rischia di avere un effetto distorsivo del reale significato. Mi hanno molto divertito le tue “chat tra startupper e investitore” che hai pubblicato sulla tua pagina Facebook, ma anche suscitato una profonda riflessione.

Come siamo messi, ad inizio 2017, in Italia, sul tema startup?…

ottimizzare-pagina-seo-ricerca-semantica

10 passi per ottimizzare una pagina secondo la seo e la semantica

Ottimizzare una pagina in ottica SEO è una tecnica di content marketing di basilare importanza, nel processo di posizionamento del tuo blog ai vertici delle ricerche effettuate su Google.

Finire nelle prime posizioni della SERP ti consente di acquisire quotidianamente lead di qualità, da persone interessate agli argomenti che tratti, e di conseguenza di conseguire profitti più facilmente, rispetto alle tecniche di vendita di tipo outbound.

Quali sono le regole per scrivere un articolo, che sia in grado di incollare i tuoi lettori allo schermo, e allo stesso tempo ottimizzarlo e posizionare i contenuti e le pagine del tuo sito in cima ai risultati di Google?

La strategia per ottimizzare le pagine del tuo blog: il piano editoriale

Il primo step per ottimizzare le pagine del tuo blog è quello di realizzare un piano editoriale.

Piano editoriale significa avere una strategia di pubblicazione, che ti consenta di definire quali sono le mosse da compiere per realizzare, ogni volta, articoli che siano realmente indirizzati a fornire una soluzione ai problemi della tua nicchia di mercato.

Realizzare un piano editoriale significa innanzitutto definire, con precisione, le aree da trattare, all’interno del tema che hai scelto.

Poniamo di voler realizzare un piano editoriale per un blog, il cui tema principale è il vino.