Web-Marketing-condivisione delle informazioni-intervista-Fabio-Paglione

Web Marketing e condivisione delle informazioni: intervista a Fabio Wild

Fabio Wild è il fondatore del blog Final Design e del relativo canale YouTube, che si occupa di realizzare tutorial relativi alla creazione di siti e alla loro promozione sul web.

Nel suo blog puoi trovare una miniera di informazioni, suddivise per categorie, che ti aiuteranno a partire da zero, dall’implementazione di una strategia di business alla realizzazione, a livello pratico, di un sito e alle tecniche di marketing più efficaci, per estrarre il massimo del valore, dai tuoi clienti.

DOMANDA: Fabio, ti dò il benvenuto su Matico.

Appena atterrato sul tuo sito, mi ha subito colpito l’impostazione dell’homepage e della struttura, a livello grafico. Hai scelto uno stile differente dai blog che si vedono in giro di solito, sui temi legati al web marketing.

Con questo tipo di impostazione, qual è il tasso di conversione dei tuoi visitatori in iscritti alla mailing list?

RISPOSTA: Innanzitutto ciao Lorenzo e grazie per avermi concesso quest’intervista.

Final Design è un sito molto giovane ed il canale YouTube lo è ancora di più, finalmente dopo svariati blog anonimi mi sono deciso ad aprirne uno dove ci metto la faccia e parlo di quello che faccio in maniera esplicita. Nonostante il settore sia ultra-competitivo il sito è in costante crescita, sopratutto grazie ad un duro lavoro lato SEO.

3-modi-aumentare-iscritti-campagna-email-marketing

3 modi per aumentare gli iscritti alla tua campagna di email marketing

Stai cercando di aumentare gli iscritti alla tua mailing list?

Come fare a creare una lista da utilizzare per le tue campagne di email marketing?

Un’altra domanda che dovresti porti è: come fare a costruire una mailing list di qualità?

Esatto, perchè non è sufficiente avere a disposizione contatti..ma è necessario avere iscritti interessati a ricevere le tue proposte e a valutarle, per diventare tuoi clienti.

In questo articolo, vedremo quali sono 3 possibili strategie per aumentare, velocemente ed efficacemente, gli iscritti che utilizzerai per la tua campagna di email marketing.

Definisci il target ideale di iscritti

Sapresti già definire con precisione quali sono le persone che dovrebbero far parte della tua mailing list?

Se la risposta è sì, puoi direttamente passare al prossimo paragrafo 😉

Se invece ancora non hai ragionato a dovere su questo punto, soffermati sulle prossime righe.

Avere una mailing list con 10.000 iscritti ed un tasso di apertura delle email del 7% è indice di poca accuratezza nella costruzione della lista stessa.

Definire un tasso medio di apertura soddisfacente, per tutti i settori di attività, è esercizio estremamente complesso e solamente l’esperienza ti darà la misura di quanto è efficace il lavoro che hai svolto, in termini di acquisizione di contatti, e di engagement che stai generando presso i tuoi iscritti.

Marketing-Automation-Checklist-cosa-devi-e-non-devi-fare-per-avere-successo

Marketing Automation Checklist: cosa devi e non devi fare per avere successo

Marketing Automation è la soluzione che, oggi, e nei prossimi anni, ti permetterà di trasformare i risultati normali della tua attività online in risultati straordinari.

Pensa che, secondo questo recente studio, il Marketing Automation è in grado di migliorare notevolmente la qualità dei lead acquisiti, secondo il 92% delle imprese che lo utilizza, e di aumentare realmente i ricavi delle vendite online, per il 53%.

Attuare una strategia di Marketing Automation è un processo che richiede la massima attenzione ad ogni minimo particolare. Per aiutarti nell’implementazione della tua strategia, ho preparato una checklist, dove troverai le cose che devi e non devi fare per avere successo.

Definisci i tuoi obiettivi per avere successo

Il primo step per qualunque strategia vincente è la definizione degli obiettivi.

Come spiego anche nella guida al Marketing Automation, devi capire se il tuo obiettivo può essere:

  1. Vendere direttamente i tuoi prodotti ai lead che arrivano dal sito
  2. Fissare appuntamenti di qualità con i potenziali clienti interessati ai tuoi servizi
  3. Personalizzare, grazie alla segmentazione, le campagne informative che invii agli iscritti alla newsletter

Di obiettivi ce ne sono migliaia, quelli che ti ho indicato sono solamente quelli più comuni – e più richiesti dai nostri clienti – ma non è detto che siano anche i tuoi.

C’è un nuovo aggiornamento all’algoritmo di Google? Ecco come sopravvivere, sempre. Read more: http://matico.io/?p=4764#ixzz4e3DPERDb

C’è un nuovo aggiornamento all’algoritmo di Google? Ecco come sopravvivere, sempre.

Cosa proveresti se un giorno dovessi aprire il tuo account di Google Analytics e scoprire il traffico si fosse azzerato?

Panico!

Si, credo che questo è quello che proveremmo tutti.

Ci sentiremmo smarriti, terrorizzati, e in preda al panico.

E stai certo, che questa eventualità non è poi così remota, ma può accadere, a tutti noi.

E lo sai quando questo può accadere?

Quando viene pubblicato un nuovo aggiornamento all’algoritmo di Google che mette alla luce quelle cattive e pericolose strategie di marketing che hai deciso di adottare anche tu.

Sto parlando di strategie black hat che non fanno parte di un’ottimizzazione seo corretta e che non rispettano le indicazioni contenute nella guida per webmaster di Search Console.

Fortunatamente, c’è il modo per sistemare tutto e ripartire alla grande!

In questo articolo parlerò di quali sono gli accorgimenti che dovrai tenere per evitare che la situazione descritta sopra capiti anche a te.

Cosa è un aggiornamento dell’algoritmo di Google?

Il motore di ricerca di Mountain View aggiorna costantemente il suo algoritmo per migliorare, altrettanto costantemente, i suoi risultati.

Ricordati che al centro c’è sempre l’utente, questo significa che se stai effettuando una ricerca, Google ha come obiettivo primario quello di darti la migliore risposta possibile.…

I migliori programmi di affiliazione

I migliori programmi di affiliazione

In questo paragrafo vengono indicati alcuni dei maggiori player italiani per quello che riguarda
i migliori programmi di affiliazione. Questi network racchiudono sotto il proprio brand i più importanti
e diffusi brand che agisocno a livello nazionale ed internazionale.

      • SPOUTABLE (link affiliato): Spoutable è un ottima alternativa ad AdSense. Con un sistema molto efficace, Spoutable è in grado di garantire un maggiore guadagno a fronte di una facilità di gestione del proprio account davvero unica. La monetizzazione del proprio traffico risulta essere molto facilitata. Tutto quello che devi fare è registrati qui (link affiliato) e cominciare a guadagnare.

      • TRADEDOUBLER: questo network fondato in Svezia è tra i più famosi network che agisce in Italia e non solo. Con oltre 140.000 affiliati e 19 settori merceologici, TradeDoubler è in grado di fornire all’affiliato un numero praticamente illimitato di prodotti da promuovere.

      • AMAZON : Amazon garantisce all’affiliato il 5% sulla vendita dei prodotti che appartengono alla categoria “Elettronica di consumo” e il 10% su tutto il resto. Per generare delle vendite è possibile utilizzare dei link, dei banner collegati ad una qualsiasi pagina di amazon per garantirsi una
        commissione.

      • CLICKBANK : Clickbank è uno dei network più famosi per chi fa affiliate marketing. 

Email-Marketing-&-Ecommerce-come-aumentare-vendite-ottenere-clienti

Email Marketing & Ecommerce: come aumentare le vendite ed ottenere più clienti

Un ecommerce è in grado di far registrare una crescita reale e significativa al fatturato online del tuo business. Ma quanti ricavi genera attualmente il tuo ecommerce?

Soprattutto nelle fasi di lancio iniziali, l’ecommerce è un investimento che richiede l’implementazione di strategie che permettano di convertire, nella maniera più performante possibile, i visitatori che transitano sopra di esso, in clienti fidelizzati.

Dopo aver letto questo articolo, sarai in grado di preparare una strategia di email marketing per il tuo ecommerce, che ti permetterà di utilizzare efficacemente le mail dei tuoi clienti, in modo da generare un flusso inarrestabile di vendite.

Strategie per l’email marketing: come ottenere le mail dei visitatori

Per fare email marketing per il tuo ecommerce, devi innanzitutto costruirti un primo asset fondamentale: una mailing list.

Significa che devi ottenere le mail dei visitatori che transitano sul tuo sito, ma questo non basta…

…devi infatti anche segmentare gli indirizzi che ricevi, in base alle preferenze dei tuoi potenziali clienti!

Infatti, se hai un ecommerce che vende abbigliamento, sia femminile che maschile, non ha molto senso inviare ad entrambe le categorie lo stesso tipo di email, perchè è naturale, che i secondi non mostreranno alcun tipo di interesse per capi come gonne o borse.

intervista-marco-cavicchioli-growth-hacking-bitcoin-marketing-automation

Growth Hacking, Bitcoin e Marketing Automation: intervista a Marco Cavicchioli

Marco Cavicchioli è docente, divulgatore e consulente di Web Marketing, oltre che Youtuber apprezzato e seguito, sui temi legati al digital.

Si occupa di web dal lontano 1999 e oggi, dopo un’esperienza quasi ventennale, tramite il suo sito marcocavicchioli.it, offre corsi e consulenze a professionisti ed aziende, che vogliono investire, e crescere, nel digitale.

Nel suo sito puoi trovare, grazie ad un’intensa attività di blogging, che Marco cura costantemente da anni, numerosi spunti e approfondimenti su temi come innovazione e branding, che sono basilari e propedeutici allo sviluppo e alla crescita di una start-up e, in generale, a quello di un sistema economico di un Paese “del primo mondo”, come l’Italia.

marco-cavicchioli-growth-hacker-bitcoin-marketing-automation

Ciao Marco e benvenuto su Matico 🙂

DOMANDA: Nel tuo sito ho letto che ti occupi di web dal 1999 – praticamente un’eternità – ci racconti la tua “prima volta” con Internet? Qual è stato il colpo di fulmine, che ti ha fatto capire che avresti voluto dedicare la tua vita a questo settore?

RISPOSTA: Al tempo studiavo al Conservatorio di Torino, e decisi di mettere online alcune mie composizioni musicali (all’epoca si usavano ancora i file midi, perché gli MP3 dovevano ancora diffondersi).

come-inserire-pop-up-catturare-mail-clienti

Come inserire pop-up e catturare le mail dei clienti

Pop-up sì o pop-up no?

Sì, il pop-up rappresenta la soluzione più efficace per catturare le mail dei tuoi potenziali clienti e creare una mailing list su cui poter lavorare per trasformare i lead che ottieni in clienti veri e propri.

In questo articolo ti mostrerò quali sono le tipologie di pop-up più performanti, che devi utilizzare per il tuo sito e come implementarle facilmente, grazie ad una piattaforma evoluta di e-mail marketing, come Matico.

Inserire pop-up nel sito: tempistica e lead magnet

Il pop-up è una tecnica di marketing aggressiva?

La verità è che dipende. Dipende da ciò che offri nel pop-up – lead magnet – e dalla frequenza con cui lo mostri ai tuoi visitatori.

Non si tratta, infatti, di replicare i siti degli anni ‘90, dove ti uscivano fuori pop-up da ogni parte dello schermo e, se ci cliccavi sopra, rischiavi di sottoscrivere qualche diabolico abbonamento, che ti veniva drammaticamente addebitato nella bolletta del telefono.

Il pop-up ha la funzione di aumentare la percezione del valore del visitatore e, per farlo, devi promettere un contenuto di elevata qualità, a cui si potrà avere accesso solamente dopo aver fornito il proprio indirizzo e-mail.

Un contenuto di valore può essere una guida, sotto forma di e-book, che insegna all’utente a fare qualcosa oppure uno sconto o una spedizione gratuita, se hai un e-commerce.

creare-un-annuncio-facebook

Creare un annuncio Facebook utilizzando i video: ecco come fare un inserzione

Creare un annuncio Facebook è un’attività che potrebbe sembrare piuttosto banale, in quanto il pannello “Business Manager” ti consente facilmente di creare delle campagne e di iniziare a promuovere, nel giro di pochi minuti, il tuo brand.

Il problema è, semmai, quello di riuscire a realizzare delle inserzioni performanti, che, anche con pochi euro di budget, facciano registrare dei risultati soddisfacenti, in termini di inbound marketing.

La soluzione sta nel creare dei contenuti che “piacciano” sia a Facebook, sia ai tuoi potenziali clienti, che mentre scorrono il feed, vengono catturati ed indirizzati verso il compimento di azioni che ti permetteranno di monetizzare le tue attività.

Creare un annuncio Facebook: la rivoluzione dei video

Nemmeno un paio di mesi fa, Facebook stesso ha tenuto a chiarire che i contenuti video godranno di un’attenzione privilegiata da parte del social network di Menlo Park, in quanto l’obiettivo finale di questa strategia sarebbe quello di diventare un’alternativa piuttosto valida a piattaforme come Youtube e Netflix.

E’ logico pensare, di conseguenza, che pure le inserzioni a pagamento, che hanno come contenuto un video siano favorite dall’aggiornamento dell’algoritmo…e in effetti è proprio così 😉

Il CPC (cost per clic) di un’inserzione su Facebook con un contenuto video ha un’efficacia, spesso, decine di volte maggiore rispetto alla sponsorizzazione di un contenuto fotografico, con una copy fortemente sell-oriented.