fare email marketing generano risultati

Fare email marketing ed ottenere risultati grandiosi è possibile!

Come inserire l’email marketing in una strategia di vendita, in modo coerente rispetto a strumenti come la telefonata e l’invio di messaggi privati su Linkedin?

La risposta è che, nel contesto della tua strategia, questo strumento può prendere il posto, o meglio affiancare, la cosiddetta “telefonata a freddo”.

Si tratta infatti di inviare “email a freddo” ai tuoi contatti, in maniera tale da suscitare il loro interesse nei confronti di ciò che starai per offrire loro.

Combinare telefonate ed email marketing a freddo è il modo migliore per ottenere risultati soddisfacenti ed aumentare il tasso di conversione dei tuoi prospetti.

Se sei interessato a conoscere come sia possibile inviare email che generano risultati, continua a leggere l’articolo per scoprire 10 possibili modi di fare email marketing.

Email “introduttiva”

Questo tipo di email non ha un obiettivo di vendita, ma piuttosto di presentare sè stessi e la propria azienda al contatto, in modo tale da iniziare a costruire una relazione.

Una delle regole più importanti della vendita è quella di creare relazioni durature con i clienti, che vadano al di là di un semplice rapporto, che si concluda con una vendita spot.

Creare relazioni con i clienti ti permette di:

  1. fare cross selling e up selling e vendere, di conseguenza, prodotti complementari o più costosi ed aumentare il fatturato
  2. risparmiare preziose energie durante le trattative, in quanto un cliente fidelizzato sarà più predisposto a valutare proposte e ti consentirà di evitare faticosi follow up, che caratterizzano l’acquisizione di nuovi clienti
  3. mantenere un flusso di vendite costante, in quanto lavorare su un portafoglio esistente è indubbiamente più facile rispetto alla ricerca continua di nuovi clienti

Una email introduttiva suona più o meno così:

Gentile Sig. Tizio,

sono Mario Rossi, marketing manager di Alfa S.p.A.

Lo scopo di questa mail è presentarmi, come amo fare con i professionisti che operano nel mio stesso settore.

Mi sono informato sull’attività della vostra azienda, ho visto che vi occupate della produzione di software aziendali e che ultimamente state lanciando un nuovo software per la razionalizzazione dei costi. Vi faccio i complimenti e mi piacerebbe avere qualche informazione in più sul vostro progetto.

Se ne ha la possibilità, non esiti a contattarmi su questa mail oppure sul nostro profilo Linkedin o Facebook.

La ringrazio per aver dedicato il suo tempo alla lettura di questa mail e le auguro buon lavoro ed una buona giornata.

Cordiali saluti
Mario Rossi

Nessuna pressione e nessun tentativo celato di “vendere qualcosa” al prospetto. In questo modo non lo metti “sulla difensiva” e puoi iniziare a costruire una relazione con lui, in maniera del tutto disinteressata.

Email di “vendita diretta”

Questo genere di email marketing non ha l’obiettivo di creare una relazione, ma di vendere subito. Sappi che sarà piuttosto complicato, se questa mail non riceve risposta, creare un rapporto con il prospetto e quindi va utilizzata solamente in casi particolari.

I requisiti per utilizzare questo tipo di email sono 2:

  1. devi inviare la mail a contatti che reputi siano totalmente a target per la tua offerta e che in quel determinato momento hanno necessità di acquistare il tuo prodotto o servizio
  2. devi utilizzarla per una vendita spot e per un servizio molto chiaro e comprensibile per chi riceve l’offerta. La mail di vendita diretta serve per vendere prodotti o servizi singoli, non progetti

Ecco un esempio che puoi personalizzare:

Ciao Tizio,

stai cercando un modo per generare più contatti tramite il tuo sito web? Con una presenza online professionale, puoi aumentare il tuo fatturato del 25% in 6 mesi!

Ho preso visione del tuo progetto e l’ho trovato molto interessante, e credo che possano essere operate delle modifiche, a livello grafico, per incrementare la generazione di contatti.

La mia proposta è quella di ridisegnare il tuo sito, in modo tale da renderlo più accattivante e predisporlo alla generazione di potenziali clienti.

Se desideri avere più informazioni e sei interessato ad aumentare, in modo concreto, il fatturato online della tua azienda, possiamo fissare un appuntamento telefonico.

Fammi sapere

Grazie
Mario Rossi

E’ un tipo di mail molto diretto, ma questo non è un problema. Il problema sorge quando la persona che la legge trova qualcosa di molto fumoso e poco chiaro.

In questo caso non è così, perchè sto deliberatamente dichiarando qual è il mio obiettivo e sto facendo capire al prospetto che mi sto offrendo per realizzare un nuovo sito web alla sua azienda.

Di conseguenza, se mi risponde positivamente, so di aver ottenuto un appuntamento con un prospetto caldo ed interessato alla mia offerta, e se mi ignora, posso tentare un follow up telefonico, 4 o 5 giorni dopo aver inviato la mail.

Naturalmente, prima di inviare una mail di questo tipo, avrò constatato che l’attuale presenza online del potenziale cliente ha delle falle palesi, e di cui egli stesso, verosimilmente, sarà consapevole.

email marketing vendita diretta

Email di “vendita indiretta”

Se la mail di vendita diretta ti mette a disagio, oppure vuoi tentare un approccio più leggero, puoi utilizzare una mail di vendita indiretta.

Personalmente, non amo questa soluzione. Per 2 motivi:

  1. in ogni caso il prospetto percepisce che la mia mail è indirizzata alla vendita, e quindi potrebbe sentirsi irritato dal mio approccio fumoso
  2. allunga i tempi della trattativa, in quanto se le mie intenzioni non sono chiare e il prospetto è una persona molto indecisa – e quindi tende a rimandare le decisioni – questo tipo di approccio tenderà a giustificare il suo comportamento e la trattativa potrebbe assumere tempistiche mastodontiche

In ogni caso, se il tuo modo di comunicare si rispecchia in questo tipo di approccio, utilizzare l’email marketing di tipo indiretto, può comunque farti raggiungere dei risultati soddisfacenti. L’importante è che tu sia coerente e non schizofrenico. Non puoi inviare oggi una mail di vendita diretta e tra un mese utilizzare un approccio indiretto, con lo stesso prospetto 😉

Buongiorno Sig.Tizio,

sono Mario Rossi, marketing manager di Beta S.p.A.

Come responsabile del servizio “customer satisfaction” della nostra azienda, il mio compito è quello di misurare la soddisfazione dei nostri clienti e, per questo motivo, le chiedo un feedback sull’utilizzo del nostro hosting professionale.

Non è sempre facile trovare dei professionisti che hanno esperienza in quello che fanno, e per questo motivo le chiedo di poterci aiutare con la sua opinione.

I nostri servizi principali sono costituiti dalla realizzazione di landing page, consulenza SEO e strategie di Facebook Marketing.

Pensa che uno di questi servizi possa aiutarla a raggiungere i suoi obiettivi, relativi alla massimizzazione della vostra presenza online?

Le propongo, quindi, di fissare un appuntamento, il cui obiettivo sarà presentarle i nostri servizi e capire insieme come possono aiutarvi ad aumentare la vostra visibilità in Rete.

Grazie
Cordiali saluti
Mario Rossi

In questo modo puoi ottenere un appuntamento per ricevere feedback sui servizi già acquisiti ed avere un aggancio commerciale da sfruttare per raggiungere il tuo reale obiettivo.

Email “social media”

Linkedin, Linkedin, Linkedin!

Il miglior modo per agganciare un altro professionista del tuo settore è questo favoloso social network. Ormai, anche in Italia, Linkedin è letteralmente esploso e trovare la persona che cerchi è diventato estremamente semplice.

In questo caso devi lavorare così:

Gentile Sig. Tizio,

sono Mario Rossi, marketing manager di Delta S.p.A.

Le ho appena inviato una richiesta di connessione su Linkedin, in quanto sarei felice se lei entrasse a far parte della mia rete professionale.

Le sarei grato se accettasse la mia richiesta e se mi fornisse qualche informazione in più sul suo ruolo di Branch Manager, che ho notato che ricopre all’interno dell’organizzazione per la quale lavora.

Resto in attesa di suo gentile riscontro e le auguro un buon lavoro

Cordiali saluti
Mario Rossi

Quindi, se aggiungi la persona su Linkedin, e possiedi già il suo indirizzo, a cosa serve inviare una mail di questo tipo?

La risposta è che ti aiuta a creare relazioni e a fare networking.

Ti è mai capitato di ricevere un messaggio di questo tipo su Linekdin? E’ inevitabile che faccia piacere e, anche se in quel momento sei molto impegnato, e non sei riuscito a rispondere, molto probabilmente ti ricorderai della persona che ti ha inviato quel messaggio, anche diverso tempo dopo.

Questo è un ottimo esempio di come iniziare con il piede giusto una relazione che, poi, in un futuro prossimo, si trasformerà in una vendita o in una collaborazione professionale 🙂

email marketing social media

Email “post del blog”

Se hai un blog e pubblichi con una certa regolarità i tuoi articoli, puoi utilizzarli per iniziare a creare una relazione e, allo stesso tempo, fare content marketing.

Utilizzare un post del tuo blog per fare email marketing ti consente di ottenere questi vantaggi:

  1. aumenta il traffico del tuo blog, al di fuori della ricerca organica
  2. aumenta le probabilità che il tuo ultimo post venga commentato e condiviso, e quindi si generi engagement sui social media, relativamente a ciò che hai postato
  3. favorisce uno scambio di opinioni e la costruzione di relazioni forti

Quando fai content marketing, se lo fai bene, sicuramente crei del valore per chi è interessato alla nicchia in cui operi. E quindi, non potrà che fare piacere, alla persona che riceve la tua comunicazione, essere informata che hai pubblicato un contenuto utile su un argomento oggetto di interesse.

Di conseguenza, prendi spunto da questo esempio:

Ciao Tizio,

dopo aver pubblicato il nostro ultimo articolo sul blog → LINK ALL’ARTICOLO ← , ho subito pensato a te e alla tua azienda.

L’articolo parla della correlazione tra l’oggetto contenuto nelle newsletter ed il conseguente tasso di apertura. Abbiamo anche goduto della collaborazione di Pinco Pallino (esperto massimo del settore) per scrivere questo articolo.

Mi farebbe molto piacere che leggessi l’articolo e mi fornissi la tua opinione sull’argomento, per sapere se anche tu sei d’accordo con il nostro punto di vista.

Mi raccomando, inoltrami il tuo prossimo articolo, quando lo pubblicherai. Mi interessa sempre conoscere il punto di vista di un professionista come te.

Fammi sapere
Un saluto
Mario

Come vedi, l’obiettivo è condividere informazioni ed opinioni, ed in questo modo captare altre informazioni potenzialmente utili, con le quali costruire un profilo sempre più preciso del prospetto.

Non si vende con questa email, ma si creano relazioni e si ottengono informazioni preziose 😉

Per inviare questa mail, dato che è una comunicazione di tipo massivo, puoi utilizzare una piattaforma di email marketing, che ti aiuterà a velocizzare notevolmente il lavoro di invio.

Email “multiappuntamento”

Questo tipo di email è uno stratagemma molto utile per aumentare il numero dei tuoi appuntamenti in agenda.
In pratica, ciò che devi fare è spiegare al tuo potenziale cliente che sarai nella sua zona nei prossimi giorni, per visitare altri clienti, e che vorresti fermarti anche da lui, sfruttando l’occasione, grazie alla prossimità.

Ciao Tizio,

so che sei molto occupato, quindi sarò rapido. Ho diversi clienti nella tua zona e la prossima settimana mi fermerò da alcuni di loro.

Se hai qualche minuto, mi piacerebbe passare da te per presentarti alcuni dei nostri prodotti, che credo possano aiutarti a migliorare la gestione dei fondi di magazzino. Il mio calendario è flessibile, quindi posso adattarlo facilmente in base alle tue esigenze.

Che ne dici se ci vediamo giovedì dalle 16 alle 17?

Fammi sapere
Saluti
Mario

L’unico “problema” – un happy problem – che potrebbe sorgere è che tu riceva molte risposte positive e per evitare di far accavallare gli appuntamenti, prova a proporre giorni e orari differenti in base ai diversi clienti.

email marketing appuntamenti

Email “referenza”

In pratica si tratta di utilizzare il nome di una persona che conoscete entrambi – Linkedin può darti una mano – per cogliere l’opportunità di presentare i tuoi servizi.

Ecco un modello che puoi utilizzare:

Ciao Tizio,

ti scrivo questa mail perchè ho saputo che sei un partner di business di Caio.

Recentemente ho parlato con Caio e mi ha parlato del vostro modello di business, consigliandomi di contattarti, relativamente al nostro nuovo software di recovery disaster.

Hai qualche minuto la prossima settimana per una telefonata o per un appuntamento in ufficio?

Mi piacerebbe anche conoscerti meglio e scambiare qualche opinione in relazione al tema della sicurezza aziendale.

Spero che Caio mi abbia dato un buon consiglio e attendo una tua risposta per fissare un appuntamento.

Cordiali saluti
Mario

Dobbiamo fare queste considerazioni, in relazione alla email referenza:

  1. spendere il nome di un’altra persona da una parte ti aiuterà ad ottenere un appuntamento con più facilità, in quanto sfrutti il vantaggio di fare networking, ma dall’altra diminuisce la tua credibilità nei confronti del potenziale cliente, in quanto la persona si fida della persona che conosce, ma non di te (ancora)
  2. puoi ottenere un tasso di apertura e di risposta veramente molto elevato, soprattutto se inserisci il nome della persona (Caio nell’esempio) all’interno dell’oggetto della mail 😉

Email “chiedi un consiglio”

Questo tipo di mail è sicuramente un pò opportunista e un pò da furbone, ma se funziona ti apre la porta ad opportunità molto interessanti e, allo stesso tempo, ti aiuta a creare un rapporto personale importante.

Si tratta di chiedere un consiglio alla persona su argomenti che sai per certo che padroneggia e sui quali ha raggiunto dei risultati importanti.

Di conseguenza, questo approccio in primis ti consente di iniziare a creare una relazione, e poi, può trasformarsi in qualcosa di più interessante a livello commerciale.

Ciao Tizio,

ti seguo da un bel pò di tempo, sin da quando ti occupavi di marketing online presso la Gamma srl. Mi piacerebbe chiederti qualche consiglio relativo alla lead generation.

Dal momento che ho letto il report sulla tua attività, che hai pubblicato sul blog XYZ, sul quale scrivi ormai da diversi anni, vorrei chiederti informazioni su:

  1. come scegliere i colori giusti per la landing page e se realmente aiutano a convertire
  2. come fare retargeting utilizzando una piattaforma di marketing automation

So che sono argomenti che richiedono tempo per essere approfonditi, ma nel frattempo mi piacerebbe avere una tua opinione e magari qualche dritta su testi o articoli da utilizzare per conoscere meglio questo argomento.

Ti ringrazio per il tempo che mi dedicherai

Buona giornata
Mario

Stai chiedendo al tuo prospetto un gran bell’investimento nei tuoi confronti, in termini di tempo ed energie da dedicarti e quindi il tasso di risposta sarà più basso del solito, ma le risposte che riceverai saranno di qualità più elevata.

Il suggerimento è quello di evitare ogni potenziale riferimento che può far pensare che tu voglia vendergli qualcosa. D’altronde stai creando una relazione, non stai vendendo e quindi limitati a creare una relazione.

Come ti ho già spiegato, vendere sarà molto più facile, se crei relazioni.

Email “consulenza gratuita”

Questo modo di fare email marketing si pone a metà tra la vendita indiretta e la vendita diretta.

Le peculiarità di questa mail sono che:

  1. devi effettuare un lavoro di analisi approfondito, prima di scrivere la mail, perchè la consulenza dovrà essere personalizzata sulla base del caso specifico e quindi va costruita in modo preciso e attento
  2. devi dare valore e proporre una soluzione. Non è sufficiente portare alla luce dei problemi, ma devi aver già ragionato e studiato una soluzione, in modo tale da far percepire al potenziale cliente che sei competente e professionale nel tuo lavoro

Puoi prendere spunto da questo esempio:

Gentile Sig.Tizio,

sono Mario Rossi, social media manager di Alfa S.p.A.

Il mio lavoro consiste nel supportare aziende e liberi professionisti nella costruzione di brand che siano capaci di fidelizzare il pubblico e convertirlo all’acquisto, partendo dall’utilizzo di piattaforme come Facebook, Linkedin e Instagram.

Stavo esaminando i vostri profili social e ho notato che effettuate già un lavoro organizzato e che suscita reazioni positive tra il vostro pubblico. In ogni caso, reputo che ci sono alcuni aspetti che possano essere migliorati per favorire una maggiore fluidità nel favorire la conversione in clienti dei vostri prospetti.

A tal proposito, ho preparato una consulenza per la vostra azienda, che mi piacerebbe mostrarle.

Le propongo di fissare un appuntamento telefonico per presentargliela oppure posso inviargliela direttamente per email. Si tratta di una consulenza gratuita, in ogni caso.

Resto in attesa di riscontro da parte sua

Cordiali saluti
Mario Rossi

email marketing fare networking

Email “ti presento un amico”

Questo ultimo spunto è molto singolare e ti sembrerà piuttosto strano da implementare, ma è realmente un approccio che può fare la differenza, nel lungo termine.

Devi introdurre un’altra persona nella mail, inserendola in copia conoscenza, e presentandola al tuo cliente come quella che ha la risoluzione al suo problema.

E’ un tipo di mail molto simile alla precedente, come impostazione, ma la differenza sta proprio nel fatto che non sei tu direttamente la persona che agirà, ma sei solamente un intermediario.

Vediamo insieme come si fa:

Ciao Tizio,

ho notato che il tuo blog sulle bici da corsa e devo dire che è molto curato, dal punto di vista grafico, e che ha degli articoli molto interessanti ed originali. Per questo ti faccio i miei complimenti.

Ti voglio presentare un amico, Caio, che ci legge in copia, che è un esperto di SEO e aiuta moltissimi blog a fare un salto di qualità, in termini di incremento del traffico organico.

Ho visto che attualmente il blog genera circa 8.000 visite al mese ed io credo, che con l’aiuto di Caio, potresti tranquillamente triplicare il traffico.

Magari potreste mettervi in contatto e ragionare insieme su come potete raggiungere questo obiettivo.

Con la speranza di aver fatto cosa gradita ad inviarti questa mail, ti auguro un buon lavoro

Saluti
Mario

Ti starai chiedendo quali vantaggi puoi ricavare da un comportamento di questo tipo.

Effettivamente nessun vantaggio diretto, ma ti invito a ragionare su questi 2 aspetti:

  1. quasi sicuramente, se questa mail avrà un seguito, e Tizio accetterà di farsi aiutare da Caio ad incrementare il traffico del blog, tu verrai coinvolto nel processo. E questi sono i primi vantaggi. Aiutare le persone, nella maggior parte dei casi, genera riconoscenza nei tuoi confronti e nessuno vorrà privarsi della collaborazione di una persona che mette in atto comportamenti virtuosi come questo
  2. fare networking e creare una rete di conoscenze aiuta a fare networking. Questo significa che, come tu hai messo in contatto due persone che non si conoscevano per migliorare la vita di entrambi, allo stesso modo loro contraccambieranno in futuro. Così sarai tu ad essere inserito in altre mail che ti consentiranno di conoscere altre persone e ricevere opportunità, senza cercarle direttamente

Mi sembrano entrambi degli aspetti eccezionalmente positivi e che possono veramente fare la differenza nel tuo modo di fare business e di intraprendere rapporti commerciali.

Fammi sapere nei commenti qual è la tua strategia di email marketing “a freddo” e quali risultati stai ottenendo 🙂

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *