Quanto sarebbe bello se ci fosse un sistema in cui sono i clienti a cercare te e non il contrario?

E pensa quanto sarebbe bello se sapessi come implementare un sistema del genere senza spendere un euro in pubblicità.

Wow, questo è il sogno di ogni imprenditore, e forse anche il tuo.

Beh, allora sappi che non si tratta affatto di un sogno, e non si tratta nemmeno di un sistema complesso e costoso.

Il sistema esiste, ed è spiegato in questo articolo.

Se non sai come trovare nuovi clienti, allora continua a leggere perché stai per scoprire che è possibile aumentare le vendite online, senza soluzione di continuità, a patto che tu conosca le strategie e gli strumenti adatti.

E non finisce qui.

Il sistema che sto per raccontarti, una volta configurato, funziona 24 ore al giorno senza che tu debba dedicargli altro tempo.

Se ora ti stai chiedendo quale è il momento migliore per iniziare a mettere in pratica questa strategia, la mia risposta è solo una:

ora!

Non aspettare che le cose sembrino perfette, non lo saranno mai.

Se vuoi acquisire nuovi clienti, e se vuoi ottenere un aumento delle tue vendite, implementa questa strategia oggi stesso.

[Locker] The locker [id=2049] doesn't exist or the default lockers were deleted.

Iniziamo: strategie chiave per trovare nuovi clienti

Strategie per acquisire nuovi clienti

Se sei capitato su questa pagina potresti aver già letto gli altri due articoli che compongono quella che è la mia strategia completa per creare un progetto web di successo.

Se non lo hai ancora fatto, leggi prima Come pubblicizzare un sito e aumentare le sue visite all’infinito in cui parlo di come generare visiti e traffico per un sito web.

Dopo quello, leggi questo articolo: Comunità online: socializza con i tuoi lettori e crea fiducia dove parlo di quali sono le strategie per interagire con i tuoi visitatori e su come entrare in empatia con loro.

Ricapitolando quindi, per creare un sito di successo devi realizzare tre condizioni.

La prima è che il tuo sito sia visitato, la seconda è che devi dimostrare di essere autorevole nel tuo campo, e la terza, quella che raccoglie i benefici delle prime due, consiste nel convertire il traffico e gli utenti della tua community in clienti.

Ma non solo.

La terza strategia non è pensata solamente per ottenere nuovi clienti e incrementare il proprio fatturato, ma è pensata per ottenere il massimo da ogni singolo cliente, spingendolo ad acquistare da te non solo una volta, ma molte di più.

Ma come si può spingere un visitatore ad acquistare? E come spingerlo ad acquistare più di una volta?

Io lo faccio in questo modo.

Vendite Ricorrenti (H24)

Lo sapevi che vendere un prodotto ad un tuo cliente è 20 volte più facile che venderlo a chi non è mai stato tuo cliente?

Dietro questa frase c’è un mondo intero.

Il segreto per creare un business e farlo crescere in modo continuativo è necessario trovare un sistema che faccia aumentare il valore medio di ogni tuo cliente (Lifetime Value o LTV).

Questo sistema io l’ho chiamato Vendite Ricorrenti (H24).

Ricorda però, si tratta solo di un modo personale di chiamarlo, quello che importa è che funzioni.

Di cosa si tratta?

Si tratta di un sistema che ha come obiettivo quello di incrementare il numero dei clienti e aumentare il valore di ogni singolo cliente.

E questo sistema può essere applicato a qualsiasi sito web attraverso una serie di step che voglio che il visitatore faccia una volta raggiunto il mio sito.

Questi step sono 4 che definisco attraverso parole e termini che sono conosciti ai più: Lead Magnet, Tripware, Vendita del prodotto di punta e Vendite ricorrenti.

E ricorda che l’obiettivo primario di questo sistema è quello di ottenere l’indirizzo email di coloro che visitano il tuo sito.

Infatti, oltre il 95% dei visitatori di un sito non acquistano nulla alla loro prima visita.

Il comportamento di un utente su Internet è chiaro.

All’inizio l’utente naviga semplicemente da una pagina all’altra, si informa, approfondisce perché non ha ancora ben chiaro di che tipo di offerta necessita.

Quindi, l’obiettivo iniziale è quello di creare le basi di una relazione con i visitatori ottenendo il loro indirizzo email e aumentando gli iscritti alla propria newsletter.

Ricordati che avere una newsletter è uno dei sistemi più efficaci per aumentare le tue vendite.

Il sistema Vendite Ricorrenti (H24) gira tutto intorno alla creazione di una newsletter e come da essa generare profitto.

Perché è importante ottenere aumentare il numero degli iscritti?

Se il tuo sito genera 10 iscrizioni al giorno e riesci ad aumentarle fino a 15, l’incremento a fine mese sarà notevole (150 iscrizioni in più).

Alla fine dei giochi, aumentare gli iscritti alla newsletter significa ottenere un incremento di vendite e di clienti nel medio e lungo periodo.

E qui entra in gioco il lead magnet.

Cosa è un Lead Magnet?

Alla base mio sistema c’è il Lead Magnet.

Questo è un termine inglese che serve per identificare una fase ben precisa.

Quella in cui il visitatore, inizialmente anonimo e di cui non conosciamo nulla, inserisce il suo indirizzo email per ottenere in cambio qualcosa.

Questo qualcosa è il Lead Magnet.

Si tratta di un “regalo di valore” che un visitatore può chiedere di ricevere in cambio del suo indirizzo di posta.

Per “regalo di valore” intendo un ebook, un report, un video o informazioni aggiuntive che siano in grado di risolvere e di dare una risposta ad un argomento ben specifico.

Più alto sarà il valore percepito (e reale) del Lead Magnet presente sul tuo sito, maggiori saranno le iscrizioni alla tua newsletter

Personalmente, diverso tempo fa, ho attivato un Lead Magnet legato ad un corso seo gratuito.

In cambio della sua email, il visitatore otteneva il video corso.

Il risultato è stato quello di ottenere l’iscrizione di 7431 utenti!

Di lead magnet ce ne sono molti, questi sono i più diffusi

  1. Ebook
  2. Video
  3. Versione gratuita di un software
  4. Liste o elenchi
  5. Coupon/Sconti
  6. Quiz
  7. Casi Studio
  8. Consulenze Gratuite
  9. Approfondimenti
  10. Accesso aree riservate

Qualsiasi sia il lead magnet che sceglierai (nessuno ti vieta di utilizzarne più di uno alla volta) deve avere due caratteristiche principali: deve essere gratuito e di grande valore.

Come creare un lead magnet che funziona

Lo scopo, lo ripeto, è quello di superare l’iniziale diffidenza del visitatore offrendo qualcosa di irrinunciabile.

Fatti una domanda: quale è quella cosa che può essere così allettante per i tuoi visitatori a cui non potranno resistere?

E chiediti pure: quale è quella cosa che potrebbe interessare così tanto che potresti mettere anche in vendita?

Con tanti competitori on line che cercano anche loro di ottenere nuovi clienti, l’errore che potresti commettere è quello di creare un lead magnet anonimo.

Se vuoi avere successo il tuo deve spiccare ed essere il migliore in assoluto (o almeno devi provarci).

Allora ecco una lista di caratteristiche necessarie per creare il miglior lead magnet possibile:

  • Deve valere tanto: più sarà il valore percepito (e ripeto reale) maggiori saranno le probabilità che un visitatore lo richieda. Supponi che io voglia vendere un corso seo avanzato (magari prima o poi lo faccio…), ovviamente non potrei usare tutto il corso seo avanzato per creare un lead magnet. Non avrebbe senso, ti pare? Allora un ottimo lead magnet potrebbe essere una parte specifica di esso. Per esempio “come effettuare la ricerca delle parole chiave”, oppure “come procedere con l’ottimizzazione on page”.
  • Deve essere gratuita: per ottenere un indirizzo di posta non devi vendere qualcosa ma regalarlo. Questo è chiaro.
  • Deve rispondere alle aspettative: non prenderti gioco degli utenti, se prometti un ebook su come trovare le migliori parole chiave per un sito, fai in modo che il contenuto dell’ebook risponda esattamente alle attese del visitatore. Altrimenti perderai per sempre la loro fiducia.
  • Deve essere originale: come detto, su Internet, ci sono tanti concorrenti. Non proporre le stesse cose ma crea qualcosa di unico ed originale. Solo così conquisterai il tuo spazio all’interno del tuo settore di mercato.

Una volta realizzato il tuo regalo, basterà attivare una form per richiederla direttamente dalle pagine del tuo sito.

In un prossimo articolo parlerò certamente di come configurare una form che attragga l’attenzione del lettore, per ora ti basti sapere che l’utente che ne fa richiesta deve essere contattato immediatamente. Devi organizzarti con degli autorisponditori che in tempo reale inviino l’ebook promesso. Per questo puoi far riferimento a delle piattaforme di email marketing come quella che trovi su WebHosting.it

Tripwire, tripwire cosa?

Forse questo è un termine che non conosci, o forse si, ma mi ricordo esattamente la mia sorpresa quando ne ho sentito parlare per la prima volta.

Si tratta infatti di un termine dal suono un po’ strano….

Detto questo, da oggi in poi, non dovrai dimenticarlo perché in un sistema come il Generatore Automatico di Vendite (H24) svolge un ruolo fondamentale.

Ma cosa è un tripwire?

Tripwire sta ad indicare una offerta dal costo molto basso che ha come unico scopo quello di trasformare un iscritto alla newsletter (definito anche lead o prospetto) in cliente.

Tanto per essere chiari, con un tripwire non si guadagna, ma si creano le basi per una futura vendita più consistente. Infatti, come detto in precedenza, un cliente che ha già effettuato un acquisto (anche se di pochi euro) presso un’azienda, acquisterà un prodotto più costoso presso la stessa azienda con una probabilità venti volte maggiore rispetto a chi non ha mai fatto un acquisto in precedenza.

Il concetto alla base del tripwire è che invece di chiedere al visitatore di fare un investimento importante per un determinato prodotto, gli viene proposto un acquisto di qualcosa di molto economico ma che faccia intuire le potenzialità del prodotto completo.

Facciamo un esempio.

Supponiamo che tu sia il titolare di una scuola di lingua che vende dei corsi di inglese al costo di 49 euro al mese. Una offerta (o tripwire) che sia molto allettante per una persone che vuole imparare la linga è quella di offrire un mese intero di lezioni a solo 1 euro.

Alla fine del mese, l’iscritto sarà libero di rinnovare l’iscrizione, questa volta al costo pieno: 49 euro al mese.

Se una persona è veramente interessata, perché dovrebbe rinunciare ad un offerta del genere?

Non solo si tratta di un’offerta che tutti possono permettersi, ma è un offerta che fa certamente aumentare il desiderio per l’iscrizione al pacchetto completo.

E’ ovvio e scontato dire che se l’offerta da un euro è deludente, non servirà nulla. Nessuno probabilmente sceglierà di acquistare il corso intero.

Come creare un tripwire giusto per te?

Una volta che la tua principale offerta è stata creata, è necessario pensare ad una piccola parte di essa (ma che ha sempre un grande valore reale) che possa essere offerta ad un prezzo davvero basso.

Un altro esempio può essere questo. Se sei un web designer e il tuo obiettivo principale è quello di vendere servizi per la realizzazione di siti web, come tripwire puoi pensare di vendere la realizzazione del logo.

Se invece vendi dei video corsi su Photoshop, puoi pensare di vendere un singolo video che spiega come applicare il foto ritocco.

I due esempi seguono lo stesso principio: sono rilevanti alle necessità del possibili cliente e hanno un valore molto alto.

E ora di vendere, seriamente!

Adesso comincia il bello.

Gli scopi del tripwire sono molteplici: il primo è quello di trasformare dei semplici prospetti in nuovi clienti, il secondo è quello grazie al quale il cliente comprende che i tuoi prodotti sono di qualità (sia il lead magnet, sia il tripwire stesso).

Come conseguenza di tutto questo, il cliente è entusiasta di ciò che hai da offrire ed è pronto per acquistare dei prodotti a costi maggiori.

Come vedi, questo sistema, seppur composto in più fasi, rappresenta in realtà un percorso naturale e fluido.

Il suo scopo è quello di portare il visitatore alla fine di un percorso che  lo porterà a fidarsi di te ed acquistare i tuoi prodotti.

Ci sono diversi modi di offrire l’offerta di punta a chi ha appena acquistato un offerta di ingresso (tripwire). Molti scelgono di farlo appena terminato l’acquisto iniziale, altri in un secondo momento utilizzando una sequenza di email che una piattaforma di email marketing come questa può offrire.

Questo dipende da te e dal prodotto che vuoi offrire. Nulla ti vieta di provare entrambi le soluzioni. Potresti scoprire in questo modo quale funziona meglio per te.

Inoltre, non ti dimenticare che puoi creare molti possibili tripwire il cui obiettivo è sempre lo stesso: la vendita della tua offerta di punta.

E questo è un modo per aumentare i punti di ingresso nel Generatore Automatico di Vendite (H24).

Mi spiego meglio.

Se pensassi di vendere un corso per diventare Fashion Blogger, quelli che seguono possono rappresentare diverse sequenze che hanno tutto lo stesso obiettivo.

Primo punto di ingresso -> Lead Magnet: 10 trucchi per aumentare i tuoi follower su Twitter -> Tripwire: Guida completa per fare Marketing su Twitter -> Offerta di punta: Corso per diventare Fashion Blogger

Secondo punto di ingresso ->Lead Magnet: Come installare WordPress per un blog di successo -> Tripwire: Tema professionale per Fashion Blogger -> Offerta di punta: Corso per diventare Fashion Blogger

Terzo punto di ingresso ->Lead Magnet: Facebook, come realizzare una pagina per Fashion Blogger -> Tripwire: 10.000 follower in un mese su Facebook -> Offerta di punta: Corso per diventare Fashion Blogger

Potrei andare avanti, ma spero che sia chiaro il fatto che di punti di ingresso, e quindi di potenziali clienti, possono essere davvero molti.

Il tutto può essere moltiplicato praticamente all’infinto, basta aggiungere al proprio portafoglio nuove offerte di punta e pensare a delle sequenze per ognuna di loro.