Diego GualdoniIntanto grazie per aver deciso di leggere questa pagina. Il mio nome è Diego Gualdoni, mi sono appassionato al mondo del Web Marketing, ed in particolare del Seo, da diversi anni. Pur avendo completato un percorso universitario che nulla ha a che fare con Internet, oggi mi trovo a fare un lavoro che mi appassiona e mi appaga. Per questo motivo, ho deciso di aprire questo blog, e di scrivere degli articoli sul Seo e sul Web Marketing e di condividere con i lettori del sito tutto quello che so e conosco. Senza nascondere nulla a proposito delle strategie che utilizzo per i miei progetti Seo.

Perché SeoLogico?

Durante il mio “percorso di formazione” ho seguito tanti blog, tanti esperti, ho partecipato a corsi e acquistato del materiale specifico. Ma la sensazione, alla fine di un articolo letto o di un corso a cui avevo partecipato, era sempre la stessa. E cioè non mi era chiaro da dove cominciare, non mi era chiaro cosa dovevo esattamente mettere in pratica una volta davanti al mio computer. Ecco, il termine pratica, è il termine attorno al quale si materializzava la mia delusione.

Per i motivi appena descritti, nel momento in cui ho deciso di pubblicare il blog SeoLogico, ho pensato che se in questo senso dovevo procedere, lo avrei dovuto fare in un modo che, per quanto ne so, nessun’altro blog italiano faceva. E cioè parlare di strategie e tecniche che funzionano davvero e che tutti possono comprendere e applicare. Ora non voglio dire che sono l’unico a farlo, ma semplicemente dire che non ho avuto mai la fortuna di trovare un blog di questo tipo.

Basta dunque con letture teoriche, filosofiche o politicamente corrette. Ma solo metodi pratici ed efficaci. Con questo non sto dicendo che certi tipi di letture non siano valide o attendibili, dico solo che preferisco l’azione alla teoria. Perché si impara sopratutto facendo….

Se la praticità delle strategie che vengono qui descritte costituiscono la prima caratteristiche fondamentale di questo blog, la seconda è quella che riguarda ciò che definisco politicamente corretto. E qui apro la mia questione sul rapporto che ho nei confronti di Google. Per chi fa SEO, Google è necessariamente il punto di riferimento. Avere visibilità su Google significa avere successo. Non averla significa fallimento.

C’è un però. Anche io in passato, prendevo come oro colato quelli che erano e sono i dettami di Google in tema di ottimizzazione per i motori di ricerca (linee guida per Webmaster). Poi, però appunto, ho cominciato a farmi delle domande e soprattutto a constatare una quasi totale differenza tra ciò che Google dichiarava pubblicamente e quello che effettivamente succedeva.

A cosa mi riferisco? Beh, di cose e di esempi ne potrei citare molti, ma non mi voglio dilungare e faccio riferimento ad un solo esempio. Google minaccia di cacciare dal proprio indice tutti i webmaster che cercano di alterare il proprio profilo di backlink. Inoltre dichiara in modo esplicito che è necessario mettere il tag nofollow nei widget che vengono forniti. E qui casca l’asino…..

GoDaddy, altro colosso americano della rete, rilascia dei widget a chi acquista certificati ssl. Questi widget non solo contengono link dofollow (prima violazione), ma contengono anchor text con keyword strategiche (seconda violazione) . Per chi lo desidera è possibile approfondire l’argomento attraverso questo interessantissimo post. A rigor di linee guida, GoDaddy andrebbe cacciato all’istante dall’indice di Google, ma questo, come potete immaginare, non è ancora accaduto. Perché? Perché è una questione di poteri e una questione di soldi, GoDaddy infatti è un colosso del web oltre ad essere un grande inserzionista di AdWords.

Detto questo, perché dovrei attenermi alle regole dettate da Google, se Google non è coerente con se stesso e con chi, come noi, non ha la forza e il potere di un colosso come GoDaddy? Infatti, ho smesso di farlo.

Attenzione, non sto dicendo che ho, o intendo lasciarmi tentare dalla forza oscura del SEO (meglio nota come black hat), ma solo che metto in pratica quelle che sono le strategie e le tecniche che funzionano davvero al di là di ciò che Google dichiara pubblicamente. E sono proprio di queste strategie che intendo parlare e scrivere attraverso questo Blog.

La mia (breve) storia sul Web

Io e mio figlio Edoardo

Nel 1997 mi capitò di leggere un articolo su una rivista specializzata che si chiamava Internet Magazine. Questo mentre svolgevo il servizio civile nella città in cui abito (Foligno) e durante le mie frequentazione del corso di Scienze Geologiche presso l’Università di Perugia.

L’articolo indicava quali accorgimenti bisognava adottare per posizionare un sito in cima ai motori di ricerca. Allora Google stava appena nascendo e chi utilizzava Internet in Italia faceva riferimento soprattutto ad Altavista (ora proprietà di Yahoo). Credo che quella lettura rappresentò la scintilla che mi ha portato fino a qui.

Il mio primo sito “serio” si chiamava fattitrovare.com e ovviamente parlavo di motori di ricerca. Poi, visto il successo e le numerose visite che ricevevo, cominciai a pensare come monetizzare tanto interesse e il passaggio alla vendita di spazio web con la registrazione dei domini fu una cosa naturale e scontata. In fondo i lettori che aveva interesse ad avere visibilità, avevano anche bisogno di un dominio. Così nacque WebHosting.it che è il sito che mi permette di vivere insieme alla mia famiglia (Elisa mia moglie, Edoardo e Beatrice i miei figli).

Successivamente ripresi il discorso iniziato con fattitrovare.com che diventò MarketPla.it. Ma siccome sono un tipo a cui piace iniziare progetti nuovi, piuttosto che terminare quelli in corso, ho deciso di iniziare un nuovo Blog, la cui storia e i cui obiettivi li avete letti all’inizio di questa pagina.

Puoi restare in contatto con me attraverso SeoLogico.it oppure attraverso:

contactme_facebook
contactme_twitter
contactme_googleplus
contactme_youtube

Se vuoi, puoi scrivermi utilizzando la form che segue:

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Comments
  • alfonso ha detto:

    Ciao Diego,
    ho letto il “CHI SONO” sul tuo blog è da subito ho avuto l’impressione che sei una persona di poche parole, ma di tanti fatti. Quindi, come si dice, bando alle ciance, io ti seguirò. Saluti. Alfonso

  • luca papa ha detto:

    Salve , sto valutando dei professionisti per un’attività di SEO per il nostro sito . Se di interesse le chiederei contatto rapido di conoscenza 3472111852 o Skype : digital-caoch.it

  • Marco ha detto:

    Blog molto interessante e utile!
    I corsi e gli articoli in generale spiegano in modo molto chiaro ed esaustivo gli argomenti di cui trattano.
    Molto utile anche il case study: se potessi pubblicarne altri sarebbe l’ideale!
    Grazie per la tua disponibilità a condividere la tua conoscenza e la tua esperienza nel campo.

  • mario ha detto:

    ciao diego, ho appena messo su questa startup, non è che voglio farti concorrenza anzi,
    mi faresti un pò di linkbuilding?

    http://www.demarnet.com

  • Rita ha detto:

    Ciao Diego, spulciando su yt ho trovato i video che hai fatto e mi sono iscritta subito al tuo canale. Spero di imparare qualcosina seguendoti 🙂

  • Rolando Lombardi ha detto:

    Buona sera Diego
    Le scrivo da Sanremo ho visto due suoi filmati su you tube devo dire molto interessanti finalmente vedo in pratica come ci si deve muovere. Premetto che è da pochissimi giorni che mi interesso di seo avendo un sito fatto da me da pochissimi mesi
    le spiego brevemente cosa vorrei fare.Il sito promuove la provincia di Imperia e vorrei che lo visitassero anche gli stranieri (soprattutto gli stranieri) dunque ho delle difficoltà nel riuscire ha trovare le parole chiave visto la moltitudini di lingue in questo caso cosa devo fare?
    la ringrazio per l’attenzione
    Rolando Lombardi

  • ANNA ha detto:

    Buongiorno Diego ho guardato i tuoi video e li ho trovati estremamente interessanti . Ti chiedo una cosa , come possiamo fare con i siti che non si trovano su wordpress,? io tra poco dovrò rifare il sito per la mia agenzia e mi piacerebbe seguirlo per la parte Seo , visto che sono una principiante credi che sarà possibile ?
    Grazie di tutto
    Anna

    • Diego Gualdoni ha detto:

      Certo che è possibile, allo stesso modo di quelli fatti con WordPress. E’ solo che un cms come WordPress aiuta ad automatizzare tante operazioni e ottimizzazioni. Se hai la possibilità di utilizzarlo, non esitare…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *